La rivoluzione energetica tedesca

La rivoluzione energetica tedesca

Editorial staff
Condividi
La Germania guida il processo di transizione energetica europea. Da diversi anni il governo tedesco sta sostenendo uno sforzo notevole per traghettare il paese da fonti fossili e nucleare alle fonti rinnovabili, soprattutto eolico e solare. Tale politica, chiamata "energiewende", gode di un grande sostegno da parte della popolazione (il 92 percento è favorevole). Attualmente circa il 27 percento dell'elettricità tedesca proviene da fonti rinnovabili, più del doppio degli Stati Uniti; l'obiettivo è di raggiungere una quota dell'80 percento entro il 2050. Alla energiewende è dedicato questo servizio fotografico pubblicato sull'ultimo numero di World Energy prossimamente online.

Nella foto di apertura, il parco di divertimenti di Kalkar, costruito su un sito che ospitava una centrale nucleare mai utilizzata. All'interno della torre di raffreddamento del reattore si trova ora una giostra. La paura del nucleare ha stimolato la transizione della Germania.

Nella foto in basso l'aeroporto di Finowfurt, usato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, è oggi uno dei più grandi impianti solari in Europa e nel mondo. Con circa 82 milioni di chilowattora, la centrale può coprire il fabbisogno annuale di energia elettrica di 23.500 famiglie.

Un tecnico tedesco all'interno di una camera climatica per test in ambiente umido alla TUV Rheinland, una delle società leader in verifiche e test per il settore solare, con sede a Colonia.

Dal ponte di comando della Regina Baltica, traghetto da crociera diventato una struttura residenziale per i lavoratori offshore, si vede in lontananza un parco eolico a 30 miglia dalle coste tedesche.

Una nave di manutenzione del parco eolico. La nave, dotata di un'officina con piccoli pezzi di ricambio per le torri eoliche, può contenere fino a 40 tecnici.

Il parco eolico di Feldheim, il primo comune tedesco interamente alimentato da fonti rinnovabili e completamente autonomo rispetto alla rete elettrica nazionale.

Luca Locatelli è un artista italiano che coniuga fotografia artistica e fotogiornalismo. Il suo lavoro ruota attorno alle interazioni tra persone, tecnologia e ambiente. È un fotografo del National Geographic Magazine e del New York Times Magazine e collabora spesso con altri media come Time, The New Yorker, Bloomberg Businessweek, Wired.