G20, perchè è un vertice importante

G20, perchè è un vertice importante

Simona Manna
Condividi
Primi incontri e aspettative, soprattutto sul fronte dei cambiamenti climatici, al summit che riunisce i leader delle potenze mondiali ad Amburgo

A prescindere dai risultati che ci saranno, il G20 del 7 e 8 luglio ad Amburgo è già un summit importante. E lo è per pochi ma fondamentali motivi.

PRIMO SUMMIT DOPO "STRAPPO" USA SU CLIMA

Innanzitutto si tratta del primo vertice dopo l’annunciato “strappo” di Donald Trump all’accordo di Parigi sul clima. Il presidente USA aveva già dato segni di un ripensamento durante il G7 energia che si era tenuto a Roma il 9 e 10 aprile 2017 a Roma, vertice che infatti si era concluso senza una dichiarazione congiunta, proprio perché sul fronte dei cambiamenti climatici gli Stati Uniti non avevano ancora delineato le loro politiche al riguardo. Un disaccordo che è emerso anche nel corso del G7 a Taormina ed è stato poi confermato, pochi giorni dopo, con l’annuncio della drastica uscita dall’accordo di Parigi. Trump non troverà un’atmosfera amichevole ad Amburgo, dove la padrona di casa, Angela Merkel, ha già messo i “puntini sulle i”, chiamando l’accordo di Parigi “irreversibile” e auspicando, per voce dei diplomatici, che gli altri 19 paesi dichiarino il loro sostegno “inamovibile”. Ciò nonostante, Trump potrebbe trovare proprio ad Amburgo degli alleati su questo fronte: l’Arabia Saudita, storicamente riluttante ad impegnarsi nella lotta al cambiamento climatico, ha fatto capire che è “improbabile” che appoggerà l’accordo e anche la Russia, la Turchia e l’Indonesia stanno mandando segnali contradditori riguardo alla loro volontà di supportare gli impegni sottoscritti a Parigi

TRUMP E PUTIN SI INCONTRANO

Amburgo sarà anche la scenografia in cui si svolgerà il primo incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente russo Vladimir Putin. Un vis-à-vis importante – lo stesso portavoce di Putin Dmitry Peskov ha ammesso, parlando con i giornalisti, che “si tratta del primo incontro tra i due presidenti, è l’evento più importante del summit” - non solo per i rapporti storici tra USA e Russia ma anche alla luce del recente scandalo del Russiagate, sul quale il presidente USA è tornato a parlare proprio in occasione della sua visita in Polonia, durante la quale ha partecipato al “Three Seas summit”. Le parole di Trump non aprono a un confronto disteso, dato che il tycoon ha affermato che la Russia “potrebbe aver interferito” nelle presidenziali USA 2016.

IL RUOLO DELLA CINA

Ci sarà un altro incontro inedito: sarà quello tra il presidente francese Emmanuel Macron e il numero uno cinese Xi Jinping. Per Macron si tratta dell’unico leader mondiale che non ha ancora avuto occasione di conoscere. Il presidente cinese è già in Europa: si trova in Germania per una visita di Stato che precede il summit del G20, occasione per rinsaldare un’alleanza tra Berlino e Pechino che sembra attraversare un periodo di intensi scambi e contatti.