Sechin parla di collaborazione con l'Italia e il Medio Oriente

Sechin parla di collaborazione con l'Italia e il Medio Oriente

Editorial Staff
Condividi
A margine del Forum Economico Euroasiatico di Verona l'AD di Rosneft si apre su più fronti, dalle scelte dell'OPEC ai partner con cui la compagnia collabora oppure con cui vuole intensificare i rapporti

Vi sono molte variabili che influenzano il mercato petrolifero e che potrebbero creare condizioni tali da "far proseguire" l’accordo per il taglio della produzione di petrolio tra paesi Opec e produttori al di fuori del Cartello (firmato nel 2016) oppure "fermarlo", come ad esempio la quotazione del colosso energetico saudita Aramco. È quanto dichiarato dal presidente e amministratore delegato di Rosneft, Igor Sechin, parlando ai giornalisti ad una conferenza stampa avvenuta a margine della decima edizione del Forum eurasiatico in corso a Verona. Sechin si è aperto su diversi fronti nel corso del Forum, ha infatti anche sottolineato gli ottimi rapporti con l`Italia, nonostante il difficile clima politico internazionale legato alle sanzioni contro la Russa decise da Ue e Usa nel 2014 in seguito alla crisi ucraina dopo l`annessione della Crimea, ricordando che "alla fine di dicembre, insieme a Eni e Saipem, inizieremo le attività di perforazione del Mar Nero". Oltre all’Italia ha infine anche accennato che Rosneft guarda con attenzione alla collaborazione con il Medio Oriente, in particolare con Iran, Arabia Saudita, Kurdistan e più in generale con l’Iraq.