Al Sisi prevede più rifornimento di carburante per Port Said

Al Sisi prevede più rifornimento di carburante per Port Said

Editorial Staff
Condividi
Dopo l'incontro tra il presidente egiziano e il presidente dell'Autorità generale del Canale di Suez e della sua zona economica arriva la comunicazione su un nuovo passo nel settore del bunkering

Il presidente egiziano, Abdel Fatah al Sisi, ha ordinato la creazione di una compagnia per il rifornimento di carburante (bunkering) nelle navi a Port Said. Lo ha annunciato il portavoce della presidenza egiziana, Alaa Youssef, sulla sua pagina ufficiale Facebook. La notizia arriva dopo l'incontro di ieri tra Al Sisi e Mohab Mamish, presidente dell'Autorità generale del Canale di Suez e della Zona economica del Canale di Suez (Sczone). "La società sarà creata in partnership tra Sczone, Egpc, la Camera della navigazione di Port Said e il settore privato - si legge nella nota -. E' un primo passo nel settore del bunkering". L'Authority del Canale di Suez vuole realizzare cinque ponti galleggianti a Port Said da inaugurare ufficialmente a dicembre vicino al Ponte Al Nasr. Le entrate del Canale di Suez sono cresciute del 2,2 per cento da gennaio a settembre del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016.Lo ha annunciato Mohab Mamish attraverso un comunicato. Secondo Mamish il traffico navale è aumentato del 2,5 per cento nello stesso periodo con 12.934 navi che hanno attraversato il Canale, rispetto alle 12.613 dello stesso periodo del 2016.