L'Iran apre agli investitori stranieri, Riad punta sugli investimenti in Turchia

L'Iran apre agli investitori stranieri, Riad punta sugli investimenti in Turchia

Emilio Fabio Torsello
Condividi
Riad stringe con Ankara accordi per diversi progetti nel settore dell'energia e delle infrastrutture. Khalid Al Falih: "primo passo di un investimento miliardario"

Il mercato petrolifero è in fermento, tra accordi e nuove gare che stanno richiamando investitori internazionali in Paesi chiave come l’Iran. Teheran, infatti, proprio oggi inizia il bidding per alcune concessioni miliardarie nel Paese, con il kick off dei primi progetti petroliferi che andranno in mani straniere. La NIOC, la compagnia energetica del Paese, infatti, solleciterà l’interesse degli investitori esteri che avranno tempo fino al 19 novembre per manifestare le proprie intenzioni. Il governo avrà poi tempo fino al 7 dicembre per annunciare i bidder prescelti. Ed è questo un segno di come l’Iran voglia rinnovare l’intero comparto energetico del Paese.
Sempre sul fronte petrolifero, i fratelli Ruia – imprenditori nel settore petrolifero indiano – venderanno parte della loro attività petrolifera a Rosneft, una delle maggiori compagnie russe di produzione di greggio, e al consorzio di Trafigura and United Capital Partners. L’intera operazione varrà circa 13 miliardi di dollari.
A livello di mercato, infine, la Investment Support and Promotion Agency of Turkey (ISPAT) starebbe preparando un report su eventuali opportunità di investimento da parte di Saudi Aramco in Turchia, nel campo dell’energia, della raffinazione e delle infrastrutture. La compagnia di Riad, infatti, ha siglato 18 Memorandum con le aziende turche nei settori dell’energia elettrica, delle infrastrutture, della costruzione di aeroporti e strade. E il ministro per l’Energia dell’Arabia Saudita, Khalid Al Falih, ha sottolineato come il Paese sia "disposto a lavorare con le compagnie turche, nell’ottica del programma Vision 2030. Questi Memorandum of understanding saranno un primo passo all’interno di questo processo. Prevediamo di incrementare un investimento che ammonta attualmente a diversi miliardi di dollari".