L'industria energetica nell'era dell'incertezza

L'industria energetica nell'era dell'incertezza

Editorial Staff
Condividi
L'Oil & Money 2017, tradizionale appuntamento londinese che affronta le dinamiche industriali ed economiche del settore mondiale dell'Oil&gas, oltre ad analizzare le incertezze che gravano su Medio Oriente e Stati Uniti, dedica un focus speciale agli andamenti del mercato del gas

Sono oltre 500, tra dirigenti senior, politici, investitori, strateghi e esperti dell'industria internazionale del petrolio e del gas i partecipanti, a Londra, della 38ma edizione dell’annuale Oil & Money. Quest’anno, tra gli intervenuti, il ministro del Petrolio, dell’Industria e delle Risorse Minerarie dell’Arabia Saudita, Khalid A. Al-Falih, Sultan Ahmed Al Jaber, Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Direttore generale dell’Abu Dhabi National Oil Company,  Mohammad Sanusi Barkindo, segretario generale dell’OPEC, Patrick Pouyanné, presidente e amministratore delegato di Total, e Bob Dudley, Group Chief Executive di BP. Tra i principali temi di confronto della manifestazione, promossa dal New York Times insieme all'Energy Intelligence, le prospettive per i prezzi del petrolio, la sfida dello sviluppo upstream, gli impatti delle incertezze geopolitiche in Medio Oriente, la flessione statunitense nel settore Oil&gas e l’effetto di cambiamento apportato delle nuove tecnologie di trasporto delle risorse energetiche. Una speciale sessione dell’evento è dedicata all'industria del gas, con particolari focus sui cambiamenti nel settore dell’LNG, l’incertezza sulla crescita della domanda di gas, i nuovi modelli di business per i produttori di gas e il nuovo profilo degli acquirenti di gas e LNG.