Il presidente del Messico incontra l'AD di Eni

Il presidente del Messico incontra l'AD di Eni

Editorial Staff
Condividi
Al centro dei colloqui le prospettive della società energetica nel Paese, con particolare riferimento al pozzo Amoca-2 recentemente perforato con successo nelle acque poco profonde della Baia di Campeche

Il Presidente del Messico Enrique Pena Nieto e l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi si sono incontrati a Città del Messico. Durante l’incontro di lavoro, al quale ha partecipato anche il Segretario di Stato all’Energia Pedro Joaquín Coldwell, l’AD di Eni ha illustrato le attività e le prospettive della società nel Paese, con particolare riferimento all’Area 1 (Eni 100%) in cui Eni ha recentemente perforato con successo il pozzo Amoca-2, nelle acque poco profonde delle Baia di Campeche, confermando la presenza di olio in diversi livelli ed un potenziale superiore alle stime iniziali. Questo pozzo è stato il primo perforato da una major petrolifera internazionale in Messico dopo la riforma dell’energia del 2013. Il tema centrale della discussione è stato lo sviluppo del campo di Amoca, in cui Eni sta già studiando l’esecuzione di una fase di early production per anticipare i tempi di start-up. Attualmente è in corso di perforazione il pozzo Amoca-3, in una parte inesplorata del campo; in caso di esito positivo questo nuovo pozzo potrebbe aggiungere riserve addizionali. "Considero il Messico un paese di forte interesse per Eni", ha commentato Descalzi, “e con un grande potenziale minerario. Il nostro impegno nell'Area 1 rappresenta il primo passo della crescita di Eni in Messico, dato che intendiamo espandere in futuro la nostra presenza nel paese. L'Area 1 è un progetto ideale per sfruttare la nostra forte esperienza in sviluppi analoghi, in cui abbiamo saputo ottimizzare tempi e costi".