Messico: da dicembre al via le perforazioni Eni in Area 1

Messico: da dicembre al via le perforazioni Eni in Area 1

Editorial Staff
Condividi
Claudio Descalzi, nel corso di un incontro con l'ad di Pemex González Anaya, ha illustrato la strategia di consolidamento e di crescita della presenza del Cane a Sei Zampe nel Paese centroamericano, dove la società è stata la prima major internazionale ad acquisire un blocco

L’Amministratore Delegato della compagnia di stato messicana Pemex, José Antonio González Anaya, ha incontrato oggi a Città del Messico l'Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi. Nel corso dell'incontro, l'Ad di Eni ha illustrato la strategia della società nel Paese, incentrata sul consolidamento e sulla crescita della propria presenza in Messico, dove è stata la prima major internazionale ad acquisire un blocco (Area 1) a seguito di una gara internazionale che si è svolta lo scorso settembre. Eni considera il Messico un Paese con grandissime prospettive e potenzialità, e Pemex, compagnia riconosciuta internazionalmente, un importante partner futuro. Eni prevede di iniziare il prossimo dicembre le attività di perforazione sull'Area 1, che detiene al 100%. Secondo le stime ufficiali della Comisión Nacional de Hidrocarburos del Messico (CNH) nel blocco sono presenti volumi complessivi di idrocarburi in posto pari a 800 milioni di barili di petrolio e 14 miliardi di metri cubi di gas associato nelle 3 scoperte esistenti denominate Amoca, Mitzon e Tecoalli. Eni prevede di terminare entro la fine del 2017 la campagna di delimitazione, per poi presentare in tempi rapidi il piano di sviluppo dei giacimenti alle autorità competenti.