Eni svilupperà progetti di energia rinnovabile in Egitto

Eni svilupperà progetti di energia rinnovabile in Egitto

Editorial Staff
Condividi
La realizzazione di questa strategia nel paese permetterà la riduzione dell'uso del gas naturale nella generazione di elettricità

Eni e le autorità egiziane hanno definito una strategia comune per implementare una serie di progetti nel settore delle energie rinnovabili, al fine di promuovere lo sviluppo di un mix energetico più sostenibile in Egitto. La realizzazione di progetti di energia rinnovabile nel paese permetterà la riduzione dell’uso del gas naturale nella generazione di elettricità. Il gas reso disponibile in questo modo potrà essere usato per espandere l’uso del GNC (Gas Naturale Compresso) come carburante nel settore automobilistico, in alternativa al diesel ed alla benzina, promuovendo così un ciclo low-carbon con un energy mix basato su gas e rinnovabili. Il primo progetto, una centrale fotovoltaica da 50 MWp nel Sinai, nei pressi degli impianti di Abu Rudeis, sarà implementato in tempi stretti da Petrobel, la joint venture paritaria tra Eni e la società statale Egyptian General Petroleum Corporation (EGPC). La centrale sarà autorizzata il mese prossimo e completata entro Dicembre 2017. Con questa iniziativa, le autorità egiziane confermano il loro forte impegno per la tutela dell’ambiente, grazie al doppio effetto positivo legato, da una parte, alla riduzione delle emissioni legate alla generazione di elettricità, e dall’altra, all’utilizzo di un carburante verde nel settore automobilistico. Questa partnership è anche in linea con la visione di Eni per un futuro a basse emissioni di carbonio, basata sulla promozione delle energie rinnovabili, nonché sulla riduzione delle emissioni di CO2 tramite l’aumento dell’uso del gas, il combustibile fossile più pulito, come fonte primaria per la produzione di energia elettrica.