Una via ucraina verso l'Europa per il petrolio iraniano

Una via ucraina verso l'Europa per il petrolio iraniano

Editorial Staff
Condividi
Una delegazione di Kiev è in visita a Teheran per discutere di nuovi accordi di cooperazione nel settore dell'energia e delle infrastrutture

Nello scacchiere energetico europeo, l’Iran potrebbe giocare un ruolo determinante e, attraverso l’Ucraina, avvicinarsi all’Occidente. La visita del ministro ucrainodell’energia e del carbone, Igor Nasalik, a Teheran si è conclusa con segnali positivi. L'Iran, infatti, prenderà in considerazione la proposta ucraina di far transitare il petrolio attraverso il sistema di oleodotti ucraini in Slovacchia e nella Repubblica Ceca, così come la possibilità di rifornire direttamente l’Ucraina anche se la capacità di raffinazione del Paese è ridotta.  Allo studio c’è anche la proposta di transito del gas iraniano attraverso il territorio ucraino e lo sviluppo di infrastrutture per il suo stoccaggio e trasporto. Secondo il ministro del petrolio iraniano, Bijan Zanganeh ''l’Ucraina è anche attraente per il suo sviluppo nel settore ingegneristico  e vogliamo lavorare anche su una partnership nel settore delle turbine a gas e dei compressori''. Alla fine dei  colloqui, entrambe le parti hanno deciso di istituire un gruppo di lavoro per realizzare i progetti più promettenti in questi settori.