Riad diversifica e investe nel LNG

Riad diversifica e investe nel LNG

Editorial Staff
Condividi
In arrivo un investimento da 13 miliardi di dollari per incrementare del 20% la produzione di gas naturale

L'Arabia Saudita punta sulla produzione di energia elettrica da gas naturale. Dopo decenni di dominio incontrastato del petrolio, Riad ha iniziato a diversificare le fonti energetiche, aprendo sia alle rinnovabili sia - appunto - all'incremento di elettricità prodotta dallo sfruttamento del gas naturale. Una necessità di diversificazione di cui il ministro del Petrolio saudita si è fatto portavoce anche in occasione del G20 in Cina. Nel dettaglio, l'Arabia Saudita punta a incrementare del 20% la propria produzione di Liquid Natural Gas, con un investimento pari a 13 miliardi di dollari. E in molti considerano il progetto in essere come capace di rappresentare da solo il più grande impianto di LNG a livello mondiale. Riad sta infatti estendendo un sito industriale già esistente, per creare un polo produttivo più ampio. A questo si aggiunga, infine, la progettazione in cantiere di un porto sulla costa est, per lo shipping del petrolio, con una flotta dedicata al trasporto del greggio.