Il mercato globale del Gas Naturale Liquefatto muove le sue pedine

Il mercato globale del Gas Naturale Liquefatto muove le sue pedine

Marcello Vallese
Condividi
In una settimana, Stati Uniti e India rispettivamente inaugurano e progettano nuovi terminal di esportazione ed importazione

Nonostante il rallentamento delle economie asiatiche e un surplus di produzione che ricalca quello del mercato petrolifero, gli Stati Uniti si preparano a raddoppiare il volume di shale gas da esportare. La compagnia Cheniere Energy è infatti pronta a caricare le navi gasiere attraccate al proprio terminal LNG di Sabine Pass in Louisiana. Composto da due unità di liquefazione con una capacità di 650 milioni di metri cubi, la Cheniere prevede di raddoppiarne la capacità entro il 2017. Oltre ai contratti già firmati con l’olandese Shell e la spagnola Fenosa, si staglia all’orizzonte un altro potenziale cliente: l’India.
Il gigante asiatico ha impostato una nuova strategia energetica basata sul gas naturale e parte integrante di questo piano sarà più che raddoppiare le proprie importazioni annuali di LNG, passando da 21 a 50 milioni di tonnellate. Secondo il ministro indiano del petrolio Dharemdra Pradhan, "l’obiettivo è di aumentare la quota di gas naturale nel nostro paniere energetico fino al 15% entro al massimo 5 anni." Il Gas Naturale Liquefatto importato non sarà però totalmente destinato ai rigassificatori, essendo stato scelto dallo Stato del Kerala come combustibile per la propria flotta di autobus del trasporto pubblico.
Il governo di Nuova Delhi si dimostra molto attivo anche nell’usare il LNG come strumento di leva economica in politica estera. Il ministro Pradhan è in trattative con il suo omologo dello Sri Lanka per aiutare il paese a replicare la transizione energetica Indiana verso il gas naturale. Fra le possibili aree d’intervento per le imprese energetiche Indiane, la costruzione di un rigassificatore e dell’infrastruttura di supporto, oltre alla possibile ristrutturazione della raffineria di Sapugaskanda e l’esplorazione geologica per idrocarburi nel bacino di Mannar.