Il settore del LNG in espansione nella ricerca di un futuro più sostenibile

Il settore del LNG in espansione nella ricerca di un futuro più sostenibile

Giacomo Maniscalco
Condividi
Kunlun Energy riapre 7 impianti in Cina, JetGas in cerca di opportunità di espansione in Lituania, la francese Engie punta sul gas nella "conversione rinnovabile" in Asia mentre l'Ue valuta una strategia per LNG

In Cina, a detta dei rappresentanti di PetroChina e in risposta alla richiesta del governo ai produttori di gas del Paese di aumentare l’output in vista della domanda prevista per il prossimo inverno, Kunlun Energy riattiverà 7 impianti LNG. Tra questi, il terminal di Huanggang, nella provincia centrale di Hubei, è il più grande, con una capacità produttiva di 5 milioni di metri cubi al giorno. In aggiunta Kunlun Energy ha riavviato le operazioni di ripresa negli stabilimenti di Guangyuan, Guang'an, Zhaoqing, Renqiu, Bazhou e Ansai, principalmente nelle province Sichuan e Shaanxi, nella Cina sud-occidentale e settentrionale, in zone non collegate ad una rete di gasdotti. Kunlun Energy, come anche altri produttori LNG cinesi, è stato costretto a chiudere molti impianti verso la metà del 2014 dato il crollo dei prezzi del petrolio e di conseguenza del gas.
JetGas
, principale fornitore estone di LNG, vede la possibilità di espansione sul mercato lituano il prossimo anno. Secondo Janek Parkman, membro del consiglio di JetGas, il principale interesse della società in Lituania, tramite la costruzione di impianti di LNG in Druskininkai, Rokiskis e Kelm, è l'espansione delle forniture di gas alle imprese industriali non attualmente collegate a gasdotti, nel tentativo di aiutarli nella conversione al LNG.
Mentre la francese Engie, il più grande produttore indipendente di energia al mondo, cerca di allontanarsi dell’uso del carbone nelle forniture in Asia. "Ci sposteremo su soluzioni a basso carbonio; non sappiamo con certezza che le centrali elettriche a carbone rimarranno sostenibili per i prossimi 30 anni", ha detto il presidente di Engie Asia Pacific e AD Jan Flachet. L’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) conferma che nel 2015, per la prima volta, le fonti rinnovabili hanno superato il carbone in termini di capacità installata cumulativa a livello globale, e l’azienda energetica francese sta quindi investendo su fonti alternative ma, aggiunge Flachet, il gas naturale rimarrebbe importante per risolvere i problemi di intermittenza nella generazione di energia da fonti rinnovabili.
Il Parlamento Europeo cerca di delineare una strategia sul LNG per l’Unione Europea. Secondo l’Eurodeputato András Gyurk, in una risoluzione votata martedì 25 ottobre, gli importanti prioritari riguardano la promozione della concorrenza nel settore, i prezzi dell’energia più accessibili e la sicurezza dell’approvvigionamento energetico grazie alla flessibilità e allo stesso tempo salvaguardare la sostenibilità.