Entro il 2035 la domanda globale di GNL crescerà dell'1,6%

Entro il 2035 la domanda globale di GNL crescerà dell'1,6%

Editorial Staff
Condividi
Lo studio di Cedigaz certifica come, a fronte di un incremento delle rinnovabili, i mercati emergenti trascineranno ancora il consumo di combustibili fossili. Frenano petrolio e carbone

Entro il 2035 la domanda globale di Gas Naturale Liquido (GNL) crescerà dell’1,6%. A dirlo è l'associazione internazionale per il Natural Gas (Cedigaz) che sottolinea come il vero driver di questo incremento sia rappresentato dai mercati emergenti. Nel Medium and Long-Term Natural Gas Outlook 2016, Cedigaz sottolinea come, anche a fronte del diffondersi delle energie alternative, quello del gas sia un mercato comunque in forte espansione. Secondo l’istituto, però, è quanto mai necessario che nei maggiori Paesi del mondo venga messa a punto una legislazione che realizzi lo switch dal carbone al gas. "Guardando al 2035 - ha sottolineato Cedigaz - il consumo totale di energia primaria è previsto in crescita dell’1% ogni anno a livello globale, anche in un contesto di maggiore efficienza energetica. In questo scenario, il gas si pone come il combustibile fossile a più rapida crescita nel periodo 2014-2035 (+ 1,6% ogni anno). Al contrario, la crescita del petrolio e del carbone dovrebbe rallentare bruscamente, con incrementi appena dello 0,2% e dello 0,1% ogni anno". Aumenterà infine anche la market share del gas: nel 2035 sarà del 23,9%, a fronte del 21,4 del 2013.