La Francia è il primo Paese ad avviare l'iter per la ratifica dell'accordo sul clima

La Francia è il primo Paese ad avviare l'iter per la ratifica dell'accordo sul clima

Editorial Staff
Condividi
Il parlamento francese ha approvato all'unanimità il disegno di legge presentato dal ministro dell'Ambiente Ségolène Royal che invita il governo a ratificare l'accordo firmato in occasione della Cop 21

Il parlamento francese, lo scorso 17 maggio, ha votato all’unanimità il disegno di legge (ddl) per la ratifica del protocollo sottoscritto da Parigi in occasione della Cop 21. Dopo aver ospitato la Conferenza, la Francia conferma così la propria volontà di fare da "traino" nei confronti degli altri Paesi prima di passare il testimone al Marocco, che assumerà la presidenza della Cop il prossimo dicembre. A presentare il ddl, il Ministro dell’Ambiente, Ségolène Royal, da cui è venuto l’auspicio che entro la fine di giugno l’esempio francese sia seguito dalle altre nazioni firmatarie dell’accordo. Per entrare in vigore, infatti, il patto climatico deve essere ratificato infatti da almeno 55 Paesi impegnati nel negoziato UNFCCC ed è anche necessario che questi coprano almeno il 55% delle emissioni globali di gas serra.