Eni annuncia un'intesa con Oman Oil Company

Eni annuncia un'intesa con Oman Oil Company

Editorial Staff
Condividi
Durante l'incontro tra i due amministratori delegati delle compagnie, oltre all'accordo di cooperazione, sono stati assegnati a Eni e Oocep i diritti di esplorazione del blocco 52 situato nell'offshore dell'Oman

L’italiana Eni e Oman Oil Company (Ooc), la società di Stato del Sultanato dell'Oman hanno finalizzato un Memorandum of Understanding (MoU) per valutare le opportunità di cooperazione nel settore del petrolio e del gas, in tutta la catena del valore. L'accordo è stato raggiunto a Milano da Isam bin Saud Al Zadjali, amministratore delegato di Ooc, e Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni. Il ministero del Petrolio e del Gas del Sultanato, inoltre, ha assegnato a Eni e a Oocep - a seguito di una gara internazionale lanciata nell'ottobre 2016 - i diritti di esplorazione del blocco 52, un'area di 90.000 chilometri quadrati con una profondità d'acqua compresa tra 10 metri e 2.000 metri situata nell'offshore del Paese. "Siamo molto contenti dell'accordo e dell'assegnazione del Blocco 52", ha detto Descalzi. "Questo permetterà a Eni di iniziare a collaborare con un’importante Paese e a investire in esso e ci darà la possibilità di allargare la nostra presenza in una regione chiave come quella del Medioriente", ha proseguito il manager, segnalando che ciò "è in linea con la nostra strategia di diversificazione del nostro portafoglio esplorativo in bacini con potenziale di idrocarburi liquidi, sempre puntando a mantenere alte quote di partecipazione durante la fase di esplorazione".

Guarda il nostro book sull’Oman