Consumi energetici globali: l'Eia prevede +48% entro il 2040

Consumi energetici globali: l'Eia prevede +48% entro il 2040

Editorial Staff
Condividi
A fare da traino saranno i Paesi non-Oecd, tra cui l'India e la Cina. In costante crescita anche il nucleare e le fonti rinnovabili

L’ultimo International Energy Outlook 2016 dell’Energy Information Administration degli Stati Uniti è una miniera di informazioni e previsioni, tra queste la stima secondo cui il consumo mondiale di energia aumenterà del 48% da qui al 2040. La maggior parte della richiesta, secondo gli esperti, dovrebbe venire da quei Paesi che non fanno parte dell’Organizzazione per la Cooperazione economica e lo Sviluppo (Oecd). Tra questi, i Paesi che potrebbero essere definiti come "vettori" sono la Cina e l’India che ad oggi pesano per oltre la metà dei consumi energetici. Sul fronte delle fonti energetiche per cui è previsto un maggiore sviluppo da qui al 2040 - scrivono ancora i ricercatori dell’Eia - le rinnovabili e il nucleare, rispettivamente con un +2,6%/anno e +2,3%/anno. Nonostante questa crescita, però, a farla da padrone resteranno comunque le fonti fossili che copriranno i 3/4 dei consumi nei prossimi 24 anni.