Clima: Consiglio Ue, l'accordo di Parigi non si rinegozia

Clima: Consiglio Ue, l'accordo di Parigi non si rinegozia

Editorial Staff
Condividi
Bruxelles esprime "rammarico profondo" per la decisione Usa, ma l'accordo risulta essere "idoneo allo scopo"e non può essere in alcun modo ridiscusso

Da Bruxelles arriva un messaggio chiaro e inequivocabile, rivolto soprattutto agli Stati Uniti: l’accordo di Parigi non può essere rinegoziato. Ad affermarlo è il Consiglio esteri Ue, che ha riaffermato la validità dell’accordo sul clima nonostante la decisione degli Usa di recedere. ''Il Consiglio si rammarica profondamente della decisione unilaterale dell'amministrazione statunitense'', si legge nelle conclusioni, ma ''ribadisce che l’accordo di Parigi è idoneo allo scopo e non può essere rinegoziato''. L’accordo di Parigi, si legge nel testo adottato dal Consiglio, ''è ambizioso ma non prescrittivo e consente a ciascuna parte di definire la propria via per contribuire agli obiettivi volti a lottare contro i cambiamenti climatici, che minacciano lo sviluppo, la pace e la stabilità nel mondo''. Il documento riafferma la volontà europea di essere punto di riferimento mondiale sulle politiche del clima, esercitando un ''ruolo guida al fine di creare economie forti e sostenibili che consentano di raggiungere, nella seconda metà di questo secolo, la neutralità rispetto ai gas a effetto serra e società resilienti al cambiamento climatico''.