Cina, crolla la produzione di petrolio

Cina, crolla la produzione di petrolio

Editorial Staff
Condividi
Secondo i dati riportati dal National Bureau of Statistics, l'output di greggio ha toccato i livelli più bassi degli ultimi 15 anni

Precipita la produzione cinese di petrolio greggio, che torna ai livelli dei 2001 con un output che a maggio si è ridotto del 7,3% registrando una quota di 16,87 milioni di tonnellate. A rivelarlo sono i dati riportati dal National Bureau of Statistics, che mettono in luce come la politica adottata dall’Opec stia dando i suoi frutti, allontanando dal mercato i produttori ad alto costo e restituendo maggiori quote al gruppo dei Paesi esportatori. Il crollo cinese potrebbe contribuire al processo di riequilibrio del mercato del greggio e, al tempo stesso, sostenere l’attuale aumento dei prezzi. Stando alle analisi condotte dalla Energy Information Administration (EIA) e da alcuni autorevoli osservatori come Goldman Sachs, l’eccesso di offerta comincia a mostrare segni di esaurimento dovuti al calo degli investimenti in settori resi poco redditizi dai prezzi del greggio.