La Cina lavora a una centrale nucleare galleggiante

La Cina lavora a una centrale nucleare galleggiante

Editorial Staff
Condividi
Il reattore sarà ospitato su una nave che sarà completata tra due anni e sarà operativa nel 2019. Potrebbe essere dislocata nel Mar cinese meridionale, zona da anni contesa, per fornire energia anche a strutture di difesa e commerciali

La Cina sta costruendo una nave che potrà ospitare un reattore nucleare e potrebbe essere inviata anche nella zona contesa del Mar cinese meridionale. L’impianto, che sarà completato nel 2018, sarà completamente operativo l’anno successivo e ha l’obiettivo di fornire energia alle zone remote. In realtà, secondo diversi esperti, la sua funzione sarebbe quella di fornire energia a strutture, mezzi e installazioni – anche di tipo militare, come basi e aeroporti -  nel Mar cinese meridionale. "Le fonti di approvvigionamento di energia più classiche", ha spiegato un esperto della China National Nuclear Corporation, "hanno costi elevati, sia di produzione che di trasporto, e soprattutto si esauriscono in tempi brevi. Questa nave, invece, avrà il vantaggio di dover essere ricaricata ogni anno e mezzo", fornendo quindi energia in modo continuativo e abbattendo le spese per il trasporto.