La Cop21 entra nel vivo

La Cop21 entra nel vivo

Editorial Staff
Condividi
La prima sessione di negoziati Onu sui cambiamenti climatici di Bonn hanno fatto il punto sulle prime iniziative di raccolta dei finanziamenti per l'avvio dei progetti di sviluppo sostenibile destinati ai Paesi in via di sviluppo. Già stanziati oltre 450 milioni di dollari

Un cammino lungo e complesso, ma che sembra aver imboccato la via del concreto raggiungimento degli obiettivi prefissati. È questo, in sintesi, il messaggio finale della prima sessione mondiale di negoziati sul clima, promossa dalle Nazioni Unite, che si è chiusa a Bonn, sede dell’Unfccc, lo scorso 26 maggio e che ha rappresentato il primo appuntamento ufficiale dopo la ratifica a Parigi dell’accordo sui cambiamenti climatici della Cop21. Si è messa in moto la macchina dei finanziamenti internazionali per la raccolta dei 100 miliardi di dollari all’anno, entro il 2020, destinati a sostenere i Paesi in via di sviluppo sulla via del progresso sostenibile e del contenimento delle emissioni di CO2. Due i principali canali già attivati: Il Fondo verde per il clima (Gfc) e il Global Environment Facility (Gef). I vertici del Gfc hanno informato i delegati di avere stabilito l’obiettivo di mettere a disposizione circa 2,5 miliardi di dollari, entro il 2016, a sostegno dei progetti di mitigazione delle emissioni nocive, esortando i Paesi a presentare quanto prima ambiziose piani di azione da finanziare con queste risorse.