Bolivia, estrazione di gas oltre il 33% entro il 2020

Bolivia, estrazione di gas oltre il 33% entro il 2020

Editorial Staff
Condividi
La scoperta di nuovi giacimenti avvenuta lo scorso febbraio apre nuove prospettive per il mercato del gas boliviano. Anche Gazprom interessata allo sviluppo di nuovi progetti

Espandere l’estrazione di gas di oltre 20 milioni di metri cubi al giorno, più del 33%, entro il 2020. È il piano annunciato dal ministro degli Idrocarburi e dell'Energia boliviano, Luis Alberto Sanchez, che ha dichiarato: "La produzione totale di gas ora è di circa 60 milioni di metri cubi al giorno. Entro il 2020, attraverso la messa in funzione di importanti progetti per prevenire la diminuzione delle riserve di gas nei giacimenti e garantire le forniture ai mercati nazionali ed esteri, la produzione è destinata a crescere di oltre 20 milioni di metri cubi". Lo scorso febbraio, la società spagnola Repsol e la compagnia statale boliviana energetica Ypfb avevano annunciato la scoperta di nuovi giacimenti di gas nel Paese latino americano, facendone aumentare le riserve del 40%: ai 302 miliardi di metri cubi stimati nel 2013 si sono infatti aggiunti i 115 miliardi dei depositi del blocco Caipipendi. E il gas boliviano ora sembra interessare la Russia. Nel corso del Forum economico internazionale di San Pietroburgo, Gazprom, il ministero degli Idrocarburi di La Paz e Ypfb hanno tracciato una road map incentrata sull’esplorazione, la produzione e il trasporto degli idrocarburi e sull’uso del gas naturale liquefatto.